Croci, eremiti e badie al Buonsollazzo

Itinerario pedonale sui rilievi fra il Mugello e la conca di Firenze.

E’ una bella passeggiata a piedi fra i boschi e lungo i rilievi preappenninici fra il Mugello e Firenze. All’inizio occorrerà salire un pò di quota ma una volta giunti sui crinali il percorso si snoderà tranquillo con splendide vedute panoramiche toccando man mano eremi e antichi luoghi di culto. Seguirete sempre facili sentieri anche se, talvolta, occorrerà prestare molta attenzione in corrispondenza di bivi o diramazioni improvvise.

Punto di partenza: Tagliaferro, località posta lungo la strada statale 65 della Futa, raggiungibile da Firenze o da San Piero a Sieve (a 4 km) in bus. Info: http://www.amvbus.it – Distanza: 11.4 km – Dislivello: 636 metri. – Tempo di percorrenza: 3 ore. Segnavia: da Tagliaferro al Monte Senario potrete comunque seguire il segnavia dell’ anello S.O.F.T. Mugello; dal Monte Senario alla Vetta le Croci quello dell’itinerario OO Cai Firenze. Avrete possibilità di ristoro a Monte Senario e al Passo di Vetta le Croci. Per tornare a casa. Con l’autobus per Firenze. Info: http://www.amvbus.it. In alternativa, avendo ancora tempo a disposizione, la vostra passeggiata può continuare lungo la cresta del Pratone (alt. 702) per discendere infine a Fiesole e, in bus, a Firenze (segnavia OO Cai Firenze). – Un utile compagno per questa e altre piacevoli passeggiate nella zona è la ormai datata, ma sempre basilare, Guida Escursionistica della Provincia di Firenze, vol. III, edita dal Cai, Sezione di Firenze, a cura di Aldo Benini, Tamari, Bologna 1986.

Senario.mapDa Tagliaferro (alt. 270; strada statale) si imbocca una carrabile (cancello) che scende subito al ponte sul torrente Carza e, subito dopo, piega a sinistra sottopassando l’ex-ferrovia e raggiungendo, fra prati, il cascinale Poderazzo (alt. 271). Dal casale si continua tenendo a destra, entrando ben presto in una boscaglia di querce. Mantenendo il tracciato più evidente si prende quota aggirando boscosi valloni fino a toccare Camporomano (alt. 397). Qui occorre prestare attenzione poichè il sentiero risulta in parte infrascato: di fronte al casale si tiene a destra, superando una precaria recinzione che segnala uno stretto varco fra i rovi; ben presto si guadagna una ripida erta fra l’incolto e si giunge a una sella; qui si imbocca il sentiero di destra che torna a salire incavato nel terreno fino ad arrivare ai prati e quindi alla rotabile che, verso destra, perviene alla Badia del Buonsollazzo (alt. 541).

1. La fondazione della Badia del Buonsollazzo è anteriore all’anno Mille e, secondo la tradizione, fu dovuta al voto del conte Ugo di Toscana, il quale, dispersosi nei boschi, fu tratto miracolosamente in salvo. L’edificio attuale, in solitario abbandono dal 1782 e contornato da maestosi castagni, risale al restauro voluto nel 1706 da Cosimo III dei Medici inglobando il preesistente chiostro del XV secolo.

Cascina s. Buonsollazzo
Cascinale al Buonsollazzo

Tornati sulla rotabile, ai piedi di un secolare castagno, si imbocca verso sinistra uno stradello sterrato che si insinua subito nel bosco e riesce, in breve, a un pendio prativo da cui si gode un ampio giro d’orizzonte verso il Mugello e il crinale appenninico. Lasciato sulla destra il casale Sodera (alt. 595), si abbandona la traccia principale (che riporta alla rotabile) e si rimonta decisamente la linea di cresta fino a rinvenire nuove tracce di sentiero che conducono al valico della Porticciola (alt. 687), punto di incontro della vecchia mulattiera che collegava Vaglia con Borgo San Lorenzo. La si attraversa e si continua a salire nella pineta giungendo al pianoro del Giogo (alt. 763) e quindi al viale d’accesso al Convento di Monte Senario (alt. 815).

2. Il luogo prende il nome da sei piccole alture che furono frequentate da sette nobili fiorentini qui ritiratisi in eremitaggio. Il complesso conventuale, risalente al 1231 e rifatto nel 1594 dal granduca Ferdinando I, è composto da vari edifici che conservano opere d’arte di notevole valore oltre alle venerate reliquie dei Sette Santi Fondatori. Nell’attiguo ristoro si possono degustare i liquori distillati dai monaci.

Monte Senario
Panorama da Monte Senario

Dopo la visita, si discende per l’antica strada d’accesso, attraverso l’abetina del convento, fino a riprendere la strada asfaltata che si seguirà ora, superato un ristorante, fino alla Croce di San Giovanni Gualberto (alt. 625), posta lungo la banchina di sinistra e dispensatrice di indulgenze.

3.All’altezza di questa croce, come riporta una lapide dedicatoria, sostarono i Sette Santi Fondatori, durante la salita al Monte Senario.

Si lascia la strada e si discende per un largo sentiero tagliato nel crinale prativo (a destra, la visuale arriva fino a Firenze e alla piana dell’Arno) che aggira il poggio boscoso delle Capanne e perviene al Passo di Vetta le Croci (alt. 518; ristorante; bus per Firenze), sulla strada statale 302 Faentina.

OUT.Toscana723 copiaTI POTREBBE ANCHE PIACERE

La Toscana che trovate in queste pagine non è esattamente quella della torre di Pisa o della cupola di Santa Maria del Fiore, ma è la Toscana dei cipressi e dei cinghiali, dei castagni e della macchia, delle crete e delle faggete appenniniche. C’è il Chianti, c’è la Maremma, c’è San Gimignano ma ci sono anche vallate sconosciute e ugualmente incantevoli come quelle del Gordana e del Verde nella misteriosa Lunigiana. Ci sono piccolissimi angoli di delizia come la Valleriana e la Val d’Orsigna, nel Pistoiese, o la Romagna Fiorentina, lembo di Toscana al di là dell’Appennino. Sono borghi e villaggi, sono decine di chilometri su stradine sterrate o su sentieri, giù per le valli, su per i monti. Si tratta di luoghi che spesso, e a torto, non raccolgono la fama di altre zone turistiche più reclamizzate. Ma forse è un bene. Ve le consigliamo sottovoce perché e lì che, seguendo il consiglio di Thomas Hardy, vi troverete davvero ‘via dalla pazza folla’.

Albano Marcarini (a cura di -), Toscana – Outdoor, De Agostini/Alleanza Ass., 2003, 240 pagine con foto, mappe e acquarelli – Formato 13 x 20 cm – 8,00 € – Acquista

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...